Strategie di trading binario e analisi del rischi

Il trading di opzioni binarie comporta, come tutte le altre attività di tipo finanziario, un rischio. E' vero che il rischio del trading binario è largamente inferiore a quello di qualunque altra attività di investimento o trading ma questo rischio esiste sempre e comunque. Il buon trader non è colui che evita i rischi: evitare i rischi significa, di fatto, non operare sui mercati e tenere i propri soldi sotto il materasso (e anche in questo caso ci sarebbe comunque il rischio che qualche ladro entri in caso). Il buon trader è colui che è sempre in grado di tenere sotto controllo i rischi, di analizzarli e prendere le opportune contromisure.

Il money management

Il primo passo per tenere sotto controllo il rischio è fare money management: mai investire una somma che non si può perdere e diversificare sempre il rischio su più operazioni. Se investo tutto il mio capitale su una singola operazione e poi sbaglio, subisco una perdita spaventosa. Se invece investo solo il 2% del mio capitale su ogni operazione, al massimo posso perdere meno del 2% del capitale, visto che tutti i migliori broker di opzioni binarie hanno una qualche forma di ritorno del capitale investito anche in caso di perdita. E' tra il perdere quasi tutto il capitale e perdere poco meno del 2% c'è veramente una differenza abissale. Il money management è consigliabile sempre, a prescindere dalla valutazione del rischio o meno di un'operazione. Insomma, non è una buona pratica sospendere il money management perché un'operazione ci sembra sicura. Potrebbe andare male, per una qualunque ragione, e causare perdite devastanti.

La tipologia dei rischi nel trading binario

Ma di che natura possono essere i rischi che dobbiamo affrontare quando facciamo trading di opzioni binarie? Ci sono rischi sistemici e rischi di carattere finanziario. Tra i rischi sistemici possiamo ricordare i più gravi: fare trading con un broker poco affidabile o non sicuro, fare trading senza adeguata preparazione o senza la mentalità giusta, operare con strategie di scarso valore. E' evidente che questo tipo di rischi non devono essere controllati: devono essere completamente annullati. Non ha senso fare trading con un broker poco sicuro, così come non ha senso operare pensando che il trading binario sia una sorta di gioco. La seconda categoria di rischi è legato all'andamento del mercato: il mercato, per sua stessa natura, è assolutamente imprevedibile. Non esiste alcuna regola aurea che ci dia certezza assoluta che il mercato si comporterà in una certa maniera. Quello che invece possiamo sicuramente dire è che esiste una probabilità (più o meno elevata) e il buon trader è in grado di puntare sempre su operazioni che siano molto probabili.

Anche l'operazione con più alta probabilità di riuscita può comportare delle perdite: è questo il rischio di trading. Il rischio di trading deve essere sempre controllato, non possiamo annullarlo. Ma è anche vero che i profitti del trading binario sono così elevati proprio perché c'è un rischio. In finanza, infatti, rischi e profitti potenziali sono sempre legati e non è possibile ottenere un profitto se non accettando l'idea di correre un rischio.

Valutare il rischio di ogni operazione

Il rischio di ogni operazione binaria dipende dalle condizioni di mercato. Se il mercato ha un trend ben definito, rialzista o ribassista che sia, il rischio è basso. Se il mercato sta crollando, è molto probabile che continuerà a crollare anche nei prossimi 30 secondi e quindi si può ottenere un buon profitto quasi certo con un'opzione a 30 secondi. Magari si può ripetere l'operazione e incrementare i profitti. Ma non avremo mai la certezza che questo trend continua, è solo una probabilità molto elevata. Possiamo dire, quindi, che se il mercato ha un trend definito il rischio è relativamente basso, perché c'è un'elevata probabilità che continui. Questo, ovviamente, sotto l'ipotesi di utilizzare una strategia sensata (non elaborata, solo sensata). Viceversa se il mercato è laterale, è molto più difficile individuare il verso giusto su cui scommettere con un'opzione binaria. I professionisti esperti sono in grado di guadagnare e fare bei profitti ma un principiante in questo caso, dovrebbe stare alla larga ed evitare di provare a operare.

Una delle migliori strategie di controllo del rischio è anche la più semplice: in caso di mercato laterale, meglio stare alla larga. Questo significa che ci saranno dei giorni (forse anche molti giorni) in cui il trader si siede davanti al monitor, si collega, esamina i grafici e poi decide di andare a fare una passeggiata. Ci saranno invece altri giorni, con mercati che hanno un trend definito e marcato, in cui il trader dovrà passare magari 20 ore davanti al monitor, per guadagnare il più possibile.

Analizzare e gestire i rischi significa infatti operare proprio quando i rischi sono bassi ed evitare di correre rischi, invece, quando invece non si riesce a capire dove va il mercato.

Miglior broker opzioni binarie

  • 24option è un broker che offre una grande varietà di asset sottostanti su cui fare trading. E' autorizzato e regolamentato CySEC. Offre bonus di benvenuto elevati (Si applicano T&C) e rendimenti potenzialmente elevati. Il capitale può essere perso. Clicca qui per aprire subito un conto su 24option

Piattaforma più semplice

  • Iq Option Iq Option è la piattaforma di opzioni binarie più semplice da usare. Si può aprire un conto reale con solo 10 euro di deposito. Iq Option mette a disposizione gratuitamente di tutti gli iscritti una piattaforma di trading demo illimitata nel tempo e nei volumi. Per creare un conto gratuito, clicca qui. Il trading online comporta rischi di perdita sul tuo capitale.